Volte Cupole Soffitti, l'arte con lo sguardo all'insù

Nuova ricerca

Province:

Piacenza

  • Palazzi in arrivo!

Parma

Reggio Emilia

  • Palazzi in arrivo!

Modena

  • Palazzi in arrivo!

Bologna

Ferrara

Ravenna

Forlì Cesena

Rimini

  • Palazzi in arrivo!

Ricerca per:

Autore:

Secolo:

Tipologia:

Proprietà:

Percorsi:

Home > Castello di Torrechiara > Sala della Vittoria

I Particolari

  1. particolare
  2. particolare

Il Soffitto

Tipologia: volta a botte

Data: XVI-XVIII

Cenni:

la sala, a pianta quadrata, occupa l’intero piano terreno della Torre della Camera d’Oro.
Per la sua posizione accanto agli ambienti delle cucine, e per la presenza di un camino del XVI secolo, si ritiene che fosse utilizzata come sala da pranzo per uso quotidiano.
Prende il nome dal soggetto raffigurato al centro della volta e in una delle lunette laterali.
Ai lati della grande finestra che si apre verso lo spalto di sud-est, si trovano due grandi stemmi simboleggianti i poteri temporale e spirituale: dell’imperatore Rodolfo II d’Asburgo e di Papa Gregorio XIII Boncompagni, dalla presenza dei quali è stato possibile attribuire una datazione all’apparato decorativo della sala.

Descrizione:

racchiusa entro una ricca cornice ovale al centro della volta, che si trasforma in una balaustra sorretta da colonne a creare l’illusione di scorcio prospettico dal basso, è raffigurata una Vittoria che danza tra le nubi stringendo in mano una corona d’alloro, simbolo della gloria e dell’onore, e un ramo d’ulivo, a rappresentare la pace. Arricchiscono la decorazione del soffitto: festoni carichi di frutta e fiori, su cui si posano alcuni uccelli; figure di putti entro cornici mistilinee, e grottesche con sfingi ed altre creature fantastiche.
Una seconda Vittoria, seduta su una conchiglia tra elmi, scudi e prigionieri vinti, è raffigurata nell’atto di suonare una sottile tromba nella lunetta della parete di sud-ovest.