Volte Cupole Soffitti, l'arte con lo sguardo all'insù

Nuova ricerca

Province:

Piacenza

  • Palazzi in arrivo!

Parma

Reggio Emilia

  • Palazzi in arrivo!

Modena

  • Palazzi in arrivo!

Bologna

Ferrara

Ravenna

Forlì Cesena

Rimini

  • Palazzi in arrivo!

Ricerca per:

Autore:

Secolo:

Tipologia:

Proprietà:

Percorsi:

Home > Castello di Torrechiara > Oratorio di San Nicomede

I Particolari

  1. particolare

Il Soffitto

Tipologia: Volta a crociera

Data: XVI-XVIII

Cenni:

l’oratorio è costituito da un ambiente a pianta quadrata che occupa l’intero piano terreno dell’omonima torre, a cui si accede dal portico della corte, attraverso un portone di legno su cui sono ancora visibili le borchie lavorate ed il catenaccio originali. Si ritiene che sotto le lastre del pavimento della cappella si trovassero le tombe di Bianca e Pier Maria, ma recenti indagini non hanno portato alla luce alcuna salma a conferma di questa ipotesi. Tra il XVI ed il XVII secolo la stanza venne divisa in due piani e la porzione superiore, collegata agli ambienti del piano nobile, fu affrescata con un soggetto simile a quello delle stanze che la precedono, le sale del Vespro, del Meriggio e dell’Aurora. Oggi riportata alle dimensioni originali, resta traccia di questa suddivisione nel conservato affresco della volta. Gli arredi originali dell’oratorio, fra cui il polittico della Madonna in trono fra i Santi Nicomede, Antonio Abate, Caterina e Pietro Martire del Bembo, ed una tribuna lignea con inginocchiatoio da cui il Signore e la sua corte potevano assistere alle funzioni separatamente, sono ora conservati al Castello Sforzesco di Milano.

Descrizione:

la volta a crociera presenta un soggetto analogo a quelli delle sale del piano superiore, del Vespro, del Meriggio e dell’Aurora: un volo di uccelli, nel cielo cosparso di candide nubi. Al centro, nel punto di incrocio dei costoloni che attraversano la volta, un piccolo medaglione con l’immagine dell’agnello testimonia l’originale funzione religiosa della sala. Nelle lunette laterali, che purtroppo presentano ampie lacune, sono dipinti paesaggi fantastici con città e rovine.