Volte Cupole Soffitti, l'arte con lo sguardo all'insù

Nuova ricerca

Province:

Piacenza

  • Palazzi in arrivo!

Parma

Reggio Emilia

  • Palazzi in arrivo!

Modena

  • Palazzi in arrivo!

Bologna

Ferrara

Ravenna

Forlì Cesena

Rimini

  • Palazzi in arrivo!

Ricerca per:

Autore:

Secolo:

Tipologia:

Proprietà:

Percorsi:

Home > Palazzo Segni Masetti

Palazzo Segni Masetti (Sede ASCOM)

Strada Maggiore, 23

Bologna (Bologna)

Il palazzo

Secolo: XVI

Proprietà: Ascom

Palazzo Segni Masetti sorge sulla porticata, centralissima Strada Maggiore, tratto della via Emilia che costituiva il decumano della città  romana. Il suo nome deriva dalla famiglia Segni che dall'inizio del Seicento vi raccolse una superba collezione di opere d'arte.
Verso il 1760, il salone d'onore venne arricchito dalla costruzione di una volta, dove Vittorio Bigari dipinse una grande composizione mitologica e allegorica che rappresenta Bacco e le baccanti fra una folla di divinità, circondata da un'arida prospettiva architettonica ideata da Giovanni Battista Alberoni. Nello stesso periodo, altre sale furono splendidamente decorate da Ubaldo Gandolfi (Bologna, 1728-1781).
All'inizio dell'Ottocento, il palazzo si arricchì dei quattro mirabili affreschi dei Carracci e di Pietro Faccini, trasportati a massello da palazzo Magnani e, più tardi, nelle quattro sale del piano nobile sul fronte, lavorarono i fratelli Muzzi.
Questo singolare complesso artistico raccoglie opere esemplari della cultura pittorica bolognese, dagli autori più classici del Cinque e Seicento, passando attraverso le aeree invenzioni del Settecento, per arrivare alla più opulenta decorazione ottocentesca. Sede dell'Associazione Commercianti di Bologna, palazzo Segni Masetti stato oggetto di un recente restauro, il cui felice esito consente all'Associazione di realizzare l'intendimento che la propria sede, frequentata e vissuta dal mondo imprenditoriale, sia appieno aperta alla città in una aggregazione costante fra cultura ed economia.